Autorizzazione allo scarico per impianti acque meteoriche

Ultima modifica 17 agosto 2021

Descrizione

L’Amministrazione dell’Ente ha ritenuto necessario procedere alla redazione del Piano delle Acque e del Regolamento di Polizia Idraulica quale strumento di regolamentazione indispensabile per porre rimedio al problema del rischio idraulico sul territorio.

In osservanza del regolamento pertanto, tutti i nuovi allacci alla rete delle acque meteoriche in generale dovranno avvenire previa l’esplicita autorizzazione del Comune a seguito di formale istanza allo scarico corredata dalla opportuna documentazione comprovante I'idoneità idraulica dell'intervento, ovvero l'assenza di modifiche sui fenomeni idraulici o di interventi che possano creare significativo ostacolo al deflusso delle acque, oltre a limitare la capacità d'invaso.

Normativa di riferimento

Regolamento di Polizia Idraulica approvato D.C.C. n.48 del 30/11/2010;

Chi può fare la richiesta

Chiunque intenda procedere a realizzare interventi od opere che modificano l’attuale condizione idraulica del territorio quali tombinamenti, vasche di laminazione, nuovi allacci alla rete delle acque meteoriche pubbliche, spostamento di fossi esistenti etc (di norma la domanda è inoltrata dallo stesso titolare del permesso di costruire o da chi ha presentato la Scia);

Documentazione da presentare

è necessario presentare la richiesta con marca da bollo da € 16 compilata utilizzando la modulistica predisposta e scaricabile dal link sotto indicato;

La documentazione da presentare a corredo della domanda dovrà essere timbrata e firmata da un tecnico abilitato. Tutta la documentazione andrà predisposta in n.3 copie cartacee e n.1 copia informatica contenente sia i file editabili (word, excel, autocad, shap, ecc.) sia i file stampabili e non modificabili di tipo pdf.

La documentazione dovrà comprendere (oltre ai titoli edilizi indispensabili ai fini dell’esecuzione materiale delle opere) quanto indicato all’art. 13 del RPI:
a) relazione tecnica illustrativa;
b) relazione idraulica;
c) relazione geologica, geotecnica ed idrogeologica se necessario;
d) corografia alla scala 1:5.000;
e) estratto di mappa catastale;
f) estratto del PRG ovvero strumento urbanistico di dettaglio in scala adeguata;
g) rilievo dello stato di fatto;
h) documentazione fotografica;
i) elaborati grafici di progetto per una chiara definizione delle opere;
j) planimetria individuazione reti sottoservizi ed eventuali interferenze con le nuove opere;
ed a lavori ultimati (contestualmente alla comunicazione di fine lavori):

Certificato di Regolare Esecuzione delle opere debitamente sottoscritto da committente, ditta esecutrice e DD.LL.;

marca da bollo da € 16 all’atto del ritiro del provvedimento;

Costi

Prima del ritiro del provvedimento necessita effettuare il pagamento dei Diritti di Segreteria, pari a € 55,00 così come previsto dalla delibera di Giunta Comunale n. 74 del 26.10.2017.

Per le modalità di pagamento consultare la pagina al link sotto riportato:

Pagamenti e coordinate bancarie

 

Modulistica

Modulistica specifica per la richiesta al seguente link:
https://www.halleysac.it/c027002/zf/index.php/modulistica/index/dettaglio-area/area/18?sat=1546861554&nodo=nodo10

Informativa trattamento dati personali Settore Lavori Pubblici e Ufficio Tecnico Unico

Tempi del procedimento

Il rilascio dell’autorizzazione avviene entro 30 giorni dalla presentazione della richiesta.

Dove presentare

La documentazione deve essere presentata all’Ufficio Protocollo del Comune
Piazza Marconi 16 – 30032 Fiesso d’Artico (VE)
consegnata a mano, per posta o per via telematica (documenti firmati digitalmente) con PEC all’indirizzo comunefiessodartico.ve@legalmail.it

Per informazioni consultare la pagina Contatti al link sotto indicato:

Contatti Ufficio Tecnico Unico - Settore Edilizia Privata-Urbanistica-Ambiente