Contributo FSA (Fondo Sostegno Affitto)

Ultima modifica 7 marzo 2022

Dove

Ufficio Servizi Sociali 
Municipio

Piazza Marconi,16 
30032 – Fiesso D’Artico (VE)

Quando

 Lunedì e giovedì dalle 10.00 alle 13.00

Martedì dalle 15.00 alle 17.45

Contatti

Peron Pierantonio

tel. 041.5137135

e-mail: casa@comune.fiessodartico.ve.it

Descrizione

L'art. 11 della L. n. 431/98 ha istituito un Fondo Nazionale per il sostegno all'accesso alle abitazioni in locazione, distribuito dai Comuni in base alle disponibilità e ai criteri stabiliti dalla Regione Veneto. L'ammissione al contributo per l'affitto è previsto attraverso un apposito bando annuale. La periodicità del bando dipende in ogni caso dalle indicazioni regionali.

Requisiti del richiedente

Può partecipare al bando e ha diritto a richiedere il contributo per il proprio nucleo familiare il conduttore (locatario, erede, assegnatario dell’alloggio per sentenza di separazione) che, alla data di presentazione della domanda:

  1. sia residente nel Comune;
  2. occupava, nell'anno di riferimento, l’alloggio a titolo di residenza principale o esclusiva, per effetto di contratto di locazione regolarmente registrato ai sensi dell’art. 11 commi 1 e 2 della legge n. 431/98;
  3. presenti una attestazione ISEE (standard o ordinaria) in corso di validità (D.P.C.M. 159/2013 e successive integrazioni e variazioni) da cui risulti un ISEE non superiore a 15.000,00;
  4. i canoni siano relativi ad alloggi di categoria catastale A/2, A/3, A/4, A/5, A/6, A/7 e A/11;
  5. se il richiedente è cittadino extracomunitario, il possesso di: permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo; Carta Blu UE; permesso di soggiorno in corso di validità oppure istanza di rinnovo entro i termini prescritti e non ricorrano le condizioni previste dall’art. 5 commi 5, 5-bis e 5-ter del d.lgs. 25 luglio 1998 n. 286 e successive modifiche e integrazioni;
  6. se cittadino non italiano (comunitario o extracomunitario), non essere destinatario di provvedimento di allontanamento dal territorio nazionale.

Sono esclusi:

  • i nuclei familiari titolari di diritti di proprietà, usufrutto, uso o abitazione su alloggi o parti di essi, ovunque ubicati, il cui valore catastale ai fini Irpef sia superiore a € 26.676,52 purché la quota complessiva di possesso, da parte del nucleo familiare, sia inferiore al 50%. Sono esclusi dal computo gli alloggi di proprietà che, per disposizione dell’autorità giudiziaria, sono dati in godimento al coniuge separato o nel caso in cui l’usufrutto o il diritto di abitazione sono assegnati al genitore superstite;
  • qualora il contratto di locazione sia stato stipulato tra parenti e affini entro il secondo grado;
  • il cui canone annuo incida sull’ISEfsa in misura inferiore al 16% e l’ISEEfsa sia superiore a 10.000,00;
  • il cui canone annuo incida sull’ISEfsa in misura superiore al 70% fatta eccezione per i casi in carico ai Servizi Sociali del Comune. Il cui canone annuo superi il 200% del valore dell’affitto medio ricavato dalle domande, idonee per situazione economica, presentate nel Comune (vedi calcolo e esclusioni al successivo punto 5.C);
  • l’alloggio abbia una superfice netta che superi del 200% la superfice ammessa (vedi calcolo e esclusioni al successivo punto 5.D);
  • assegnatari di alloggi di edilizia residenziale pubblica di proprietà dell’Ater, del Comune o di altri Enti il cui canone è determinato in funzione del reddito della situazione economica familiare;
  • aver riportato condanne per delitti non corposi puniti, con sentenza passata in giudicato, che comporti oltre due anni di reclusione o meno di due anni quando non sia stato concesso il beneficio della sospensione condizionale della pena, come previsto dalla L.R. n. 16/2018. Tale norma ha effetto fino alla riabilitazione o alla dichiarazione di estinzione del reato (art. 445, comma 2, codice di Procedura Penale).

Modalità di richiesta del cittadino

  1. Il richiedente, entro la data di scadenza del bando deve aver presentato la DSU ai fini ISEE il cui nucleo familiare deve corrisponderle a quello presente al momento della domanda.
  2. Le domande potranno essere presentate, previa prenotazione ai numeri di telefono sotto indicati, presso il seguente Centro di Assistenza Fiscale (CAF) convenzionato con il Comune di Fiesso d’Artico. Lo stesso CAF potrà, in dipendenza delle prescrizioni o raccomandazioni della Regione, raccogliere i dati delle domande tramite intervista telefonica e raccogliere foto o copia del documento di identità tramite email o altro idoneo strumento di comunicazione:

CAF

ACLI

Esclusivamente previo APPUNTAMENTO TELEFONICO allo 041413841 (int. 1) e allo 0415314696 (int. 1)

 Sedi sportelli

c/o MUNICIPIO DI FIESSO D’ARTICO, piazza Marconi 16 (al piano mezzanino – MARTEDÌ dalle ore 15 alle ore 18)

 

c/o Sede ACLI di Dolo, via Cairoli 57

INFO

email: caf.dolo@acli.it

tel 041413841

 

 

  • ULTERIORE MODALITA’ DI INOLTRO DOMANDA: In alternativa alla presentazione della domanda presso il CAF il richiedente può presentare autonomamente tale domanda, tramite smartphone, tablet o personal computer accedendo all’indirizzo:

https://veneto.welfaregov.it/landing_pages/fsa/index.html seguendo le istruzioni ivi riportate.

Il modello di domanda e l’avviso completo del bando, con i relativi termini di scadenza e modalità di presentazione, sono disponibili, nel periodo in cui è attivo il bando, nel sito web comunale o presso l’Ufficio Casa del Comune di Fiesso d’Artico.

Documentazione

  • Nessuna documentazione deve essere allegata alla domanda trattandosi di autocertificazione ai sensi degli artt. 46 e 47 del DPR 445/2000. Solo per i documenti non in possesso di Pubblica Amministrazione potrà, in sede di liquidazione o di controllo, essere chiesta la presentazione. Ai richiedenti extracomunitari, in base all’art. 3 comma 2 del DPR 445/2000, in fase di liquidazione del contributo potrà essere chiesta copia dei documenti riguardanti i dati dichiarati in sede di domanda non in possesso della Pubblica Amministrazione;
  • il richiedente potrà, previa prenotazione, presentarsi allo sportello indicato al punto 8.B, possibilmente con i documenti elencati al punto successivo, e con documento di identità in corso di validità, per comunicare i dati richiesti e sottoscrivere il modulo di domanda. In alternativa, su indicazione dell’ufficio, dovrà rendersi disponibile all’orario e con i documenti elencati al punto successivo, per comunicare telefonicamente o via teleconferenza, i dati della domanda che l’operatore provvederà a compilare. A fine compilazione la domanda ultimata sarà trasmessa, via email o altra analoga modalità, al richiedente. Il richiedente dovrà provvedere a sottoscriverla e ritrasmetterla, secondo le indicazioni ricevute, sottoscritta e accompagnata da copia o foto (del documento completo fronte e retro) del documento di identità in corso di validità;
    • è tuttavia opportuno che il richiedente, per evitare errori e le conseguenti sanzioni civili e penali, compili l’autocertificazione e la domanda con l’aiuto dei funzionari incaricati e il supporto della seguente documentazione:
      • contratto (contratti) di locazione registrato;
      • bollettini dei canoni e delle spese di riscaldamento o condominiali, se comprendono il costo di tale servizio, corrisposti nell'anno di riferimento;
      • se il richiedente è extracomunitario, permesso, carta di soggiorno o ricevuta della richiesta di rinnovo e certificato storico di residenza;
    • al fine di agevolare le operazioni di compilazione della domanda si consiglia di prendere visione del modulo di domanda, pubblicato sul sito del Comune e disponibile presso il CAF convenzionato per la raccolta delle domande.

Informativa trattamento dati personali Ufficio Casa-Biblioteca

Iter

-Presentazione della domanda;

-istruttoria per la verifica dei requisiti;

-trasmissione dati alla Regione Veneto;

-comunicazione all'interessato dell'esito dell'istruttoria;

-erogazione del contributo, subordinatamente al ricevimento da parte del Comune dei fondi regionali.

Tempi

Il bando Comunale per la richiesta di contributi per il sostegno all'accesso alle abitazioni in locazione, previsto in generale come annuale, ha in realtà periodicità variabile a seguito delle comunicazioni regionali in materia.

Note

Il contributo viene erogato  in seguito al trasferimento al Comune del finanziamento regionale.

Normativa di riferimento

Legge n. 431/98 art. 11

D.P.C.M. n. 159 del 05.12.2013 e provvedimenti attuativi (ISEE)