Regione Veneto

Certificato di Agibilità

Ultima modifica 3 gennaio 2017

Descrizione

Il Certificato di Agibilità è il documento che attesta l'esistenza, in un immobile, delle condizioni di sicurezza, igiene, salubrità, risparmio energetico e di conformità degli impianti installati. Deve sempre essere richiesto a seguito di interventi di nuova costruzione, sopraelevazioni e ricostruzioni, totali e parziali.

E' necessario, inoltre, presentare la domanda nel caso di interventi su edifici esistenti se le opere eseguite hanno modificato le predette condizioni di sicurezza, igiene, salubrità, risparmio energetico e conformità degli impianti.

La domanda di agibilità deve essere inviata entro 15 giorni dall'ultimazione dei lavori.

Contestualmente alla domanda di agibilità deve essere richiesta l'attribuzione o verifica del numero civico e comunicata la eventuale messa in esercizio dell'ascensore, montacarichi, piattaforma elevatrice.

Normativa di riferimento

Regolamento edilizio comunale (artt. 34 e segg.);

D.P.R. n. 380 del 6 giugno 2001 "Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia edilizia" artt. 24, 25 e 26.

 Chi può fare la richiesta

Di norma la domanda è inoltrata dal titolare del permesso di costruire o da chi ha presentato la Scia o la Dia; tuttavia non sussistono limitazioni al diritto di richiedere l'agibilità, che può essere esercitato da chi ne ha l'interesse (ad esempio dal successivo proprietario dell'immobile).

Documentazione da presentare

Modello di dichiarazione di fine lavori e domanda di certificato di agibilità;

copia della dichiarazione presentata per l’iscrizione in catasto, completa delle schede catastali aggiornate, ai sensi dell’art. 24, 4°comma DPR 380/2001 e lett. b) art. 34 REC;

la richiesta di accatastamento dell’edificio, completa in ogni sua parte e redatta in conformità a quanto previsto all’art. 6 del R.D. 652/39, ai sensi dell’art. 25, 1°comma lettera a) DPR 380/2001;

dichiarazione di conformità dell’opera rispetto al progetto approvato e/o asseverato, resa dal richiedente, ai sensi dell’art. 25, 1°comma lettera b) DPR 380/2001 e lett. a) art. 34 REC;

copia del certificato di collaudo statico, depositato ai sensi dell’art. 67 DPR 380/2001 o, eventuale, dichiarazione rilasciata da tecnico abilitato che attesti la non necessità di tale collaudo e lett. c) art. 34 REC;

certificati di conformità impianti, ai sensi degli artt. 111 e 126 del citato testo unico (dichiarazioni di conformità con documentazione prevista dalla L. 46/90 per tutti gli impianti installati o modificati) e lett. d) art. 34 REC;

certificato di rispondenza a norma della/e porta/e tagliafuoco REI 60 o 90 installate, con allegato il decreto di omologazione e la fattura di acquisto, e lett. e) art. 34 REC;

dichiarazioni di conformità degli impianti installati, ai sensi degli artt. 113 e 127 DPR 380/2001 (dichiarazione di regolare esecuzione dispositivi di contenimento dei consumi energetici. L. 10/91) e lett. f) art. 34 REC;

certificato contenente attestazione di regolare esecuzione e ultimazione delle opere edili, rilasciato dal Direttore dei Lavori e sottoscritto anche dal costruttore attestante la rispondenza delle opere eseguite al progetto approvato - lett. g) art. 34 REC;

dichiarazione di conformità delle opere realizzate, in materia di accessibilità e superamento delle barriere architettoniche, ai sensi degli artt. 77 e 88 DPR 380/2001 (in conformità a quanto previsto dalla L. 13/89) e lett. h) art. 34 REC;

copia dell’autorizzazione allo scarico o, eventuale, attestazione di conformità dell’impianto fognario, ai sensi delle disposizioni previste il materia - lett. i) art. 34 REC;

copia del parere sanitario acquisito, presso il Dipartimento Prevenzione Settore Igiene Pubblica dell’ASL n. 13 “Mirano-Dolo”, per il rilascio del Permesso di Costruire (Concessione Edilizia) o, in alternativa, autocertificazione del progettista circa la conformità alle norme igienico-sanitarie delle opere realizzate;

Inoltre, nei casi dove necessario:

certificato Prevenzione Incendi rilasciato dal competente Comando provinciale VV.FF. ovvero dichiarazione di inizio attività, ai sensi del DPR 12.01/1998, n. 37 e DM 4.05.1998 - lett. j) art. 34 REC;

Dichiarazione di conformità in materia di terre e rocce da scavo;

Attestato di prestazione energetica.

Tempi del procedimento

Il rilascio del certificato avviene entro 30 giorni dalla presentazione della richiesta, salvo che l'ufficio richieda integrazioni documentali. In tal caso il termine ricomincia a decorrere per intero dalla data di ricevimento da parte dell'ufficio di tutta la documentazione richiesta.

Formazione del Silenzio Assenso

La domanda di agibilità può essere definita oltre che con il rilascio del certificato, anche attraverso il silenzio assenso. Dopo la presentazione della domanda, in assenza di richiesta di integrazioni da parte dell'Ufficio, l'agibilità si intende comunque attestata:

dopo 30 giorni, se sul progetto edilizio era stato emesso parere igienico-sanitario dell'Ulss;

dopo 60 giorni, se la conformità igienico-sanitaria era stata autocertificata dal progettista.

In tali casi, l'interessato può fare richiesta al Comune per ottenere il rilascio di un attestato ove si dichiara che l'agibilità è stata ottenuta con il silenzio assenso.

Costi

Prima del ritiro del provvedimento necessita effettuare il pagamento dei Diritti di Segreteria, pari a € 51,65 così come previsto dalla delibera di G.C. n. 84 del 20.02.1997.

I pagamenti possono essere effettuati:

presso uffici postali con bollettino di c.c.p. intestato al Comune di Fiesso d'Artico - Servizio Tesoreria sul c/c n. 13737309;

in contanti tramite la Tesoreria Comunale presso la Banca Monte dei Paschi di Siena spa - sede di Fiesso d'Artico – v. Riviera del Brenta, 85;

a mezzo bonifico bancario intestato a Tesoreria del Comune di Fiesso d'Artico presso la Banca Monte dei Paschi di Siena spa – sede di Fiesso d’Artico – (IBAN: IT36 Z010 3036 1000 0000 0422 389).

Modulistica

Disponibile al seguente link:
http://www.comune.fiessodartico.ve.it/ente/il-comune/documenti/modulistica-comunale/settore-edilizia-privata-urbanistica/agibilita

Dove presentare

La documentazione deve essere presentata all’Ufficio Protocollo del Comune
Piazza Marconi 16 – 30032 Fiesso d’Artico (VE)
consegnata a mano, per posta o per via telematica (documenti firmati digitalmente) con PEC all’indirizzo comunefiessodartico.ve@legalmail.it 

Informazioni on-line

E' possibile conoscere lo stato della singola pratica edilizia attraverso il proprio computer, consultando il sito: http://www.comune.fiessodartico.ve.it

I professionisti possono, previa richiesta di password da inoltrare al Settore Edilizia Privata, accedere al servizio GPEWEB di informazione online sull’iter delle pratiche edilizie di loro competenza, visualizzandone tutti i dati.

Per informazioni

SETTORE III - EDILIZIA PRIVATA - URBANISTICA

Piazza Marconi 16 – Fiesso d’Artico (VE) - Tel 041.5137115  fax 041.5160281 - e-mail: urbanistica@comune.fiessodartico.ve.it

Orario di apertura al pubblico:

Martedì: dalle ore 15.00 alle ore 17.45

Giovedì: dalle ore 10.00 alle ore 13.00 (su appuntamento)