Regione Veneto

Autorizzazione allo scarico per impianti acque reflue

Ultima modifica 21 dicembre 2016

Descrizione

Il procedimento interessa i proprietari di edifici che, per la mancanza di fognatura, abbiano necessità di scaricare in suolo o corpo idrico superficiale.

Il Settore Edilizia Privata rilascia l'autorizzazione allo scarico domestico in corpo recettore diverso dalla fognatura (corpo idrico superficiale o suolo).

La domanda di autorizzazione allo scarico deve presentata al termine dei lavori e dovrà essere richiesta e ritirata prima della presentazione della eventuale richiesta di agibilità.

Si evidenzia che ai sensi della D.G.R.V. n. 622/2014, gli scarichi di acque reflue domestiche e gli scarichi di acque reflue assimilate alle reflue domestiche delle piccole e medie imprese non rientrano nella disciplina dell'Autorizzazione Unica Ambientale (A.U.A.).

Normativa di riferimento

art. 75 Regolamento Edilizio Comunale approvato D.C.C. n.6 del 28/02/2013;

Piano di Tutela delle Acque (P.T.A.) approvato D.C.R.V. n.107 del 5/11/2009 e s.m.e i.;

Art. 124 Decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152 “Norme in materia ambientale”;

 Chi può fare la richiesta

Chiunque intenda procedere a realizzare interventi od opere che in mancanza di una rete di fognatura esistente, abbia necessità di scaricare in suolo o corpo idrico superficiale (di norma la domanda è inoltrata dallo stesso titolare del permesso di costruire o da chi ha presentato la Scia o la Dia);

Documentazione da presentare

è necessario presentare la richiesta con marca da bollo da € 16 compilata utilizzando la modulistica predisposta e scaricabile dal link sotto indicato;

La documentazione – sottoscritta da un tecnico abilitato - dovrà comprendere:

a)     relazione descrittiva del sistema di scarico;

b)     progetto dei manufatti con planimetria;

c)      scheda tecnica;

d)     eventuali nulla osta del Consorzio di Bonifica e/o proprietario del corpo recettore;

e)     ricevuta versamento di € 25,82 per Diritti Segreteria;

marca da bollo da € 16 all’atto del ritiro del provvedimento.

Costi

Prima del ritiro del provvedimento necessita effettuare il pagamento dei Diritti di Segreteria, pari a € 25,82 così come previsto dalla delibera di G.C. n. 84 del 20.02.1997.

I pagamenti possono essere effettuati:

presso uffici postali con bollettino di c.c.p. intestato al Comune di Fiesso d'Artico - Servizio Tesoreria sul c/c n. 13737309;

in contanti tramite la Tesoreria Comunale presso la Banca Monte dei Paschi di Siena spa - sede di Fiesso d'Artico – v. Riviera del Brenta, 85;

a mezzo bonifico bancario intestato a Tesoreria del Comune di Fiesso d'Artico presso la Banca Monte dei Paschi di Siena spa – sede di Fiesso d’Artico – (IBAN: IT36 Z010 3036 1000 0000 0422 389).

Modulistica

Modulistica specifica per la richiesta al seguente link:
http://www.comune.fiessodartico.ve.it/ente/il-comune/documenti/modulistica-comunale/settore-edilizia-privata-urbanistica/domanda-rilascio-autorizzazione-allo-scarico-reflui-fognari/view

Tempi del procedimento

Il rilascio dell’autorizzazione avviene entro 30 giorni dalla presentazione della richiesta.

Dove presentare

La documentazione deve essere presentata all’Ufficio Protocollo del Comune
Piazza Marconi 16 – 30032 Fiesso d’Artico (VE)
consegnata a mano, per posta o per via telematica (documenti firmati digitalmente) con PEC all’indirizzo comunefiessodartico.ve@legalmail.it

Per informazioni

SETTORE III - EDILIZIA PRIVATA - URBANISTICA

Piazza Marconi 16 – Fiesso d’Artico (VE) - Tel 041.5137115  fax 041.5160281 - e-mail: urbanistica@comune.fiessodartico.ve.it

Orario di apertura al pubblico:

Martedì: dalle ore 15.00 alle ore 17.45

Giovedì: dalle ore 10.00 alle ore 13.00 (su appuntamento)