Regione Veneto

Assegno di sollievo e Buono Servizio

Ultima modifica 19 dicembre 2016

Sono delle forme di sostegno riconosciute dalla Regione Veneto, tramite i Comuni, alle famiglie impegnate nell’assistenza a domicilio di persone (anziane e disabili) in condizione di non autosufficienza.

Dove

Ufficio Servizi Sociali

(Assistenza Sociale)
Municipio

Piazza Marconi,16 
30032 – Fiesso D’Artico (VE)

Quando

Martedì dalle 10.00 alle 13.00

Giovedì su appuntamento

dalle  15.00 alle 17.45

Contatti

 Francesca Cappellato

tel. 041.5137132

e-mail:assistentesociale.anziani@comune.fiessodartico.ve.it

Descrizione

La Regione Veneto ha voluto dare continuità agli interventi per il “sollievo”, avviati nel corso del 2004, a favore delle famiglie che assistono in casa persone in condizioni di non autosufficienza.

Lo scopo è quello di sostenere situazioni di fragilità temporanee della famiglia attraverso un sostegno economico. Il “Buono servizio” permette di ricorrere a ricoveri temporanei del proprio congiunto mentre l’ “Assegno di sollievo” permette di fruire di servizi integrativi rispetto a quelli garantiti dal sistema assistenziale della Domiciliarità.

Le richieste verranno valutate semestralmente e inserite in un’ apposita graduatoria che terrà conto di un punteggio di valutazione della situazione socio-assistenziale e del reddito ISEE della famiglia.

Requisiti del richiedente

residenza nel Comune di Fiesso d’Artico della persona non autosufficiente; 

anziani a cui è stata riconosciuta un’inv.civile o che ne abbiano inoltrato richiesta;

minori in carico a servizi specialistici e/o con certificazione di cui alla L.104/92 e D.G.R. 2248/07;

adulti con riconoscimento di invalidità civile o con riconoscimento della "condizione di handicap" (L.104/92 art.3);

persone adulte in condizione di temporanea fragilità socio sanitaria documentata;

attestazione ISEE in corso di validità

Modalità di richiesta

 Presentazione di domanda scritta all’Ufficio Protocollo del Comune, utilizzando apposito modulo predisposto dai Servizi Sociali, dopo colloquio con l’Assistente Sociale.

 Documentazione da presentare

- Domanda su apposito modulo;

- Attestazione ISEE in corso di invalidità;

- Certificazione ai sensi della L.104/92;

- Eventuale verbale invalidità civile,

- Altra documentazione  da concordarsi con l’operatore di riferimento, successivamente alla presentazione della domanda.

Iter

1.       Presentazione della domanda, dopo colloquio con l’Assistente Sociale

2.       Istruttoria da parte del Servizio Sociale Professionale

3.       Comunicazione all’utenza dell’esito della domanda

4.       Concessione del contributo in caso di esito positivo.

 

Tempi

Risposta all’istanza del cittadino entro 30 gg. dal termine della raccolta di tutte le domande.

Normativa di riferimento

DGR n. 2352 del 30.07.2004, DGR n. 760 del 11.03.2005, L.R. 9/2005 “Istituzione del fondo per la domiciliarità”, DGC n. 166 del 2005, DGR 629/2005, Piano di Zona dei Servizi 2011/2016, Delibera di Giunta Comunale n. 90/2016 con recepimento dei criteri approvati nella Conferenza dei Sindaci del 26/10/2016.

 

Modulistica

Modulo di richiesta Assegno di Sollievo e Buono Servizio.

Reclami, ricorsi ed opposizioni

In conformità a quanto disposto dall’art. 3, comma 4 della L. 241/90 verso il provvedimento di non concessione è ammesso ricorso al Tribunale Amministrativo Regionale di Venezia nel termine di 60 giorni dal ricevimento della comunicazione (Legge 06.12.1971 n. 1034 e successive modificazioni), ovvero ricorso straordinario al Presidente della Repubblica nel termine di 120 gg. dal ricevimento della comunicazione (D.P.R. 24.11.1971, n. 1199).

 

MODULISTICA E INFORMATIVE

Settore SocioCulturale 

Responsabile del Settore SocioCulturale: Dott.ssa Elena Bolgan

Responsabile del Procedimento: Dott.ssa Elena Bolgan