Regione Veneto

Assegnazione Minialloggi Comunali per Anziani

Ultima modifica 19 dicembre 2016

Dove

Ufficio Servizi Sociali 
Municipio

Piazza Marconi,16 
30032 – Fiesso D’Artico (VE)

Quando

 Lunedì e giovedì dalle 10.00 alle 13.00

Martedì dalle 15.00 alle 17.45

Contatti

 Elio Pezzuolo

 tel. 041.5137135

e-mail: casa@comune.fiessodartico.ve.it

Descrizione

All’assegnazione dei minialloggi Comunali per Anziani si provvede mediante “Bando Pubblico” pubblicato all’Albo Pretorio del Comune di Fiesso d’Artico per un periodo minimo di 30gg.

Requisiti del richiedente per la partecipazione al bando di concorso

-          cittadini  italiani  residenti nel Comune di Fiesso d’Artico e nel rispetto degli  accordi internazionali, con  le modalità e nei limiti definiti dalle leggi regionali e nazionali, anche i cittadini di stati appartenenti all’Unione Europea, nonché gli stranieri  in  possesso  di  Carta di Soggiorno o Permesso di Soggiorno  con  validità illimitata sempre residenti nel Comune di Fiesso d’Artico;

-          non titolarità di diritti di proprietà, uso e abitazione su alloggio/i  o  parti di essi,  per i quali  il sei per cento del  valore catastale  complessivo sia  superiore al  cinquanta per cento  di  una  pensione minima INPS annua,  ubicato in qualsiasi Comune del territorio nazionale;

-          fisicamente  e  psicologicamente  autosufficienti,  pur considerando  ed  anzi privilegiando  soggetti  che abbiano menomazioni stabili legate a malattie congenite od acquisite per causa lavoro o per la precarietà delle condizioni igieniche ed ambientali dell'abitazione precedente.  Nel caso della coppia si intenderà autosufficienza complessiva;

-          età pari o superiore ai 65 anni; nel caso della coppia (coniugi e conviventi more uxorio) uno dei due potrà avere età inferiore ai 65 anni, salvo deroga;

-          residenti a Fiesso d’Artico;

-          persone con situazioni socio-economiche difficili,  sole o con parenti  in condizioni socio-economiche  tali da non essere in grado di fornire un'assistenza adeguata al congiunto;

-          ISEE non superiore all’importo di reddito stabilito ogni anno dalla Regione Veneto secondo l’art. 2) lett. e) della L. R. 10/1996;

Modalità di richiesta

La domanda di assegnazione dovrà essere presentata presso l’Ufficio Casa del Comune di Fiesso d’Artico nei termini indicati nel bando pubblico e redatta nell’apposito modulo, al quale sarà allegata tutta la documentazione necessaria a calcolare il punteggio per il collocamento in graduatoria.               

Alla domanda vanno allegate le certificazioni necessarie per ottenere particolare punteggio e che sono espressamente indicate nella domanda stessa, copia di documento di identità e dell’attestazione ISEE. Il richiedente dichiarerà sotto la sua personale responsabilità di possedere tutti i requisiti previsti e le altre eventuali condizioni che danno diritto a punteggio.

Il Comune si riserva di procedere ad idonei controlli sulla veridicità delle dichiarazioni sostitutive. Ferme restando le sanzioni penali previste dall’art. 76 del D.P.R. n. 445/2000 per le ipotesi di false attestazioni e mendaci dichiarazioni ivi indicate, qualora emerga la non veridicità del contenuto della dichiarazione, il dichiarante decade dai benefici conseguiti.

Documentazione da presentare

-          Marca da bollo di legge;

-          Documento di riconoscimento valido;

-          Copia dichiarazione ISEE

-          Per cittadini stranieri extracomunitari: carta di soggiorno, permesso  di  soggiorno   non  scaduto o  ricevuta della richiesta di rinnovo;

-          Certificazioni necessarie per attestare il possesso dei requisiti specifici;

Iter

A seguito della pubblicazione all’Albo Pretorio per 30 gg. del Bando, viene pubblicata la graduatoria provvisoria per 15 gg. consecutivi sempre all’Albo Pretorio, con l’indicazione del punteggio conseguito da ciascun richiedente.

Entro 10 gg. dal termine della pubblicazione i richiedenti possono presentare ricorso.

Entro 15 gg. dal termine per la presentazione dei ricorsi, il Responsabile del Settore competente provvederà alla formazione della graduatoria definitiva e all’assegnazione degli alloggi mediante convenzione.

L’assegnazione viene formalizzata con atto del Responsabile del Settore competente, comunicata tramite lettera raccomandata A/R con avviso di ricevimento all’assegnatario.

L’assegnatario deve comunicare, nel termine di 30 gg., il proprio consenso all’assegnazione stessa e la propria disponibilità a sottoscrivere la relativa convenzione d’uso.

Entro i successivi 30 gg. dal ricevimento al protocollo Comunale di tale consenso, si procederà alla sottoscrizione della convenzione.

Nel termine di 10 gg., decorrenti dalla data di sottoscrizione della convenzione, l’assegnatario verrà immesso nel possesso dell’immobile, previo apposito verbale di verifica dello stato dell’immobile da parte del competente Ufficio Tecnico.

La graduatoria ha validità almeno per due anni dalla data della sua approvazione e, dopo i due anni, verrà riformulata qualora ci sia la disponibilità di un nuovo alloggio.

Tempi

La  graduatoria del  “Bando Assegnazione Minialloggi per Anziani”  pubblicata con  Determinazione  n°145 del 02.04.2013  ha  validità di  almeno 2 anni e verrà riformulata qualora si presenti la disponibilità di un nuovo minialloggio con i tempi indicati nel paragrafo “ITER”.

Contribuzione a carico del cittadino

La domanda di alloggio è soggetta a marca da bollo di Legge.

Note

L’assegnazione dei Minialloggi agli aventi diritto avviene secondo l’ordine di precedenza stabilito dalla graduatoria definitiva, dopo aver verificato la permanenza nell’aspirante assegnatario dei requisiti per l’assegnazione. Il requisito del limite di reddito deve permanere alla data di assegnazione con riferimento al limite vigente a tale data.

Normativa di riferimento

“REGOLAMENTO PERLA  GESTIONE DEIMINIALLOGGI COMUNALI PER ANZIANI” Deliberazione di C.C. n° 41 del 26.11.2012 e successive modifiche e integrazioni.

Modulistica

I moduli sono scaricabili dal sito del Comune o disponibili presso i Servizi Sociali - Ufficio Casa.

 Avviso Bando Minialloggi 2013

Domanda Assegnazione Minialloggi

Reclami, ricorsi e opposizioni

In conformità a quanto disposto dall’art. 3, comma 4 della L. 241/90 verso il provvedimento di non concessione è ammesso ricorso al Tribunale Amministrativo Regionale di Venezia nel termine di 60 giorni dal ricevimento della comunicazione (Legge 06.12.1971 n. 1034 e successive modificazioni), ovvero ricorso straordinario al Presidente della Repubblica nel termine di 120 gg. dal ricevimento della comunicazione (D.P.R. 24.11.1971, n. 1199). 

 

Regolamento per la Gestione dei Mini-Alloggi Comunali per Anziani

MODULISTICA E INFORMATIVE

Modulo domanda per assegnazione dei mini alloggi comunali

AVVISO BANDO MINI 2016

 

Settore SocioCulturale 

Responsabile del Settore SocioCulturale: Dott.ssa Elena Bolgan

Responsabile del Procedimento: Dott.ssa Elena Bolgan