Regione Veneto

Lotta al Bruco Americano - ATTENZIONE

Pubblicato il 23 maggio 2017 • Agricoltura , Ambiente • 30032 Fiesso d'Artico, Metropolitan City of Venice, Italy

ATTENZIONE: LA DELIBERA REGIONALE 1262/2016 SOSPENDE TUTTI I TRATTAMENTI FITOSANITARI SU AREE PUBBLICHE

In applicazione della Direttiva 2009/128/CE, recepita con il decreto legislativo 14 agosto 2012, n. 150 e a seguito dell'adozione, con decreto interministeriale del 22 gennaio 2014, del Piano di Azione Nazionale (PAN - Piano di azione nazionale per l'uso sostenibile dei prodotti fitosanitari) per l'uso sostenibile dei prodotti fitosanitari, che definisce gli obiettivi, le misure, le modalità e i tempi per la riduzione dei rischi e degli impatti dell'utilizzo dei prodotti fitosanitari sulla salute umana e sull'ambiente, in base al DGR n. 1262 del 01 agosto 2016, in conformità alle disposizioni del PAN, non è registrato alcun prodotto per il trattamento in ambito urbano del bruco e quindi non si può trattare.

In attesa di nuove disposizioni in merito, attualmente l'unico trattamento effettuabile è quello meccanico.

 

La lotta al Bruco Americano ha come obiettivo limitare i danni alle piante ornamentali ed agrarie e la diffusione incontrollata del parassita, così come evitare l’allarme ed il disagio causato dalle larve mature che cercano un luogo riparato per incrisalidare invadendo anche abitazioni ed annessi. E’ da sottolineare che non ci sono evidenze di pericolosità del bruco nei confronti dell’uomo. Non è possibile indicare una data precisa in cui intervenire. E’ opportuna un’attenta sorveglianza ed osservazione della comparsa dei primi nidi nei mesi di maggio/giugno per la prima generazione ed agosto/settembre per la seconda generazione.

Cosa fare per limitare i danni ed i disagi provati dal Bruco Americano:

Per limitare i danni ed i disagi provocati dal Bruco Americano, tutti i cittadini, qualora rilevassero la presenza del bruco sul verde privato, sono invitati a intervenire sin dalla sua prima comparsa utilizzando i seguenti mezzi:

MEZZI MECCANICI: E’ il metodo di lotta più efficiente ed economico su piccole superfici (giardini) e su piante di altezza contenuta, consiste nell’asportazione tempestiva dei nidi sericei del lepidottero a mezzo forbice, svettatoio ecc…, e successiva distruzione per schiacciamento o con il fuoco.

MEZZI BIOLOGICI: Nel caso l’infestazione sia di notevole entità è possibile ricorrere all’irrorazione della vegetazione con un insetticida contenente Bacillus thuringiensis var. Kurstaki (di facile reperibilità nelle rivendite di prodotti per l’agricoltura e il giardinaggio).

Questo preparato di origine biologica ha il pregio di essere innocuo per l’uomo, gli animali domestici, gli insetti utili ed i pesci.

Il Bacillus thuiringiensis dà i migliori risultati se viene irrorato quando le larve sono ancora piccole (1-2 cm.) e nelle ore serali in quanto è sensibile ai raggi del sole.

Nelle zone in cui le larve sopravvissute si dirigono verso le abitazioni per risalire i muri, è necessario non utilizzare metodi di lotta impropri, come l’uso di insetticidi o il fuoco, ma è consigliabile, la raccolta delle stesse con scope o getti d’acqua per la successiva distruzione.

Per quanto riguarda il VERDE PUBBLICO, il Comune di Fiesso d'Artico si affida anche a Veritas S.p.A. che interviene tramite ditte specializzate ad effettuare il trattamento di disinfestazione lungo le strade comunali alberate e sui giardini pubblici. I cittadini che rilevassero la presenza di bruco sui giardini pubblici o lungo le alberature stradali possono telefonare all’Ufficio Ambiente comunale al numero: 041- 5137115 o effettuare una segnalazione tramite l'app Municipium.

L’obiettivo di controllare e contenere la diffusione del parassita potrà essere raggiunto solo con la collaborazione di tutti.

ORDINANZA

Ordinanza

Allegato 607.00 KB formato pdf
Scarica